Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘Occhio’

Alla scoperta dell’occhio dominante

Quante volte batti le palpebre in un minuto?

– Controlla la frequenza e registra sulla tabella.

– Generalmente si considera normale battere le palpebre circa 20 volte al minuto.

– Se si battono frequentemente le palpebre si ottiene un effetto rilassante e si aiuta la funzione di: lubrificare gli occhi, fare riposare gli occhi con le palpebre abbassate.

Con il pollice e l’indice forma un cerchio e guarda un oggetto davanti a te contenuto nel cerchio.

Poi chiudi prima l’occhio destro poi il sinistro, l’occhio che ti permette di vedere l’oggetto attraverso il cerchio è dominante

Se vuoi scoprire qual è il tuo occhio dominante, allunga il braccio destro davanti a te,

osserva un oggetto attraverso il cerchio formato dall’indice e dal pollice.

 Movimenti di convergenza

Il fenomeno di convergenza avviene quando si osservano gli oggetti da vicino. Gli occhi si orientano verso l’oggetto osservato, le due immagini vanno a cadere automaticamente in punti equivalenti di ambedue le retine. Gli assi visivi convergono con restrizione delle pupille.

fdgdfgd

Un bellissimo esempio di convergenza è riportato nel libro di Moshe Feldenkrais “Il caso di Nora”. Nora, manager svizzera colpita da ictus, ha imparato a leggere e scrivere attraverso gli insegnamenti che Feldenkrais le ha dato. Durante le fasi di apprendimento in cui trattava la rieducazione degli occhi suggerisce un singolare movimento.

Prendete una cannuccia, portatela alla bocca, sostenetela nel mezzo, mantenendola diritta e immobile: con le dita scorrete lentamente lungo la cannuccia avvicinandola alle labbra e riallontanandola per ritornare nella parte centrale.

Scorrere con le dita lungo la cannuccia equivale alla messa a fuoco degli oggetti da vicino e da lontano: gli occhi guardano in dentro e convergono per la visione ravvicinata, mentre divergono separandosi per la visione da lontano.

Ripetere per diverse volte finché vedrete la cannuccia biforcarsi in due oltre le dita fino a diventare due immagini ben distinte che deviano una a destra e l’altra a sinistra della cannuccia reale.

Se chiudete l’occhio destro vedrete solo l’immagine della cannuccia sinistra.

Chiudendo l’occhio sinistro vedrete solo l’immagine della cannuccia destra.

sgsgs

Advertisements

Read Full Post »

I nostri antenati quotidianamente esercitavano i loro occhi per osservare oggetti lontani. Per la loro sicurezza salivano sugli alberi o sulle colline per scrutare paesaggi, pianure e praterie, cercando di individuare animali o nemici che potevano mettere in pericolo l’incolumità dei loro figli e dei loro villaggi.

Come le aquile che potenziano la loro vista volteggiando nel cielo alla ricerca del cibo, così l’uomo primitivo metteva a fuoco oggetti lontani. Attualmente l’uomo non ha più nemici che provengono da lontano e si è abituato ad osservare oggetti vicini come: leggere, scrivere, guardare la televisione, lavorare al computer ecc…

L’abituale e dominante osservazione di oggetti sempre più vicini, ha indebolitogli occhi affaticandoli, causando di conseguenza tensioni al collo, alle spalle alla schiena.

Il 20 Marzo saranno proposte una sequenza di movimenti che si prefiggono di condurre la persona ad utilizzare meglio gli occhi, per rilassarli e ridurre l’affaticamento oculare. Le persone faranno nuove esperienze che aiuteranno ad eliminare abitudini sbagliate, impareranno a riconoscere i muscoli che controllano il bulbo oculare dai muscoli interessati nei processi d’accomodazione dell’occhio.

Descrizione completa dell'incontro

Read Full Post »

Sunday 20 Mar 2011 – Re-educate eyes
Sunday 17 Apr 2011 – Free cervicals
Sunday 15 May 2011 – Nimble feet
Sunday 19 Giu 2011 – Prevent scoliosis
Sunday 17 Jul 2011 – walking dynamically

Read Full Post »

%d bloggers like this: