Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘feldenkrais’

Post Training 2013 - "L'Equilibrio" con Stephen Rosenholtz

Post Training 2013 – “L’Equilibrio” con Stephen Rosenholtz

Advertisements

Read Full Post »

Carissimo Praticante di Strigara 1 e 2,  studente di Strigara 3, cliente del Centro Feldenkrais di Strigara,

Come stai?!

Hai iniziato a vivere bene la tua primavera?

Io così così, dopo il gelido inverno il sole per me ha iniziato a risplendere, aiutata da una affascinante ricerca sul pavimento pelvico, che mi ha ridato entusiasmo e allegria.

Sarà presentata il 12 maggio nel Centro Feldenkrais di Strigara, ho pensato di avvisarti perché potresti essere interessato.

Il lavoro è stato così suddiviso:

Tre lezioni collettive che riflettono tre contesti diversi: distesi, seduti e in piedi

Lezione di Integrazioni Funzionale (I.F.) correlata alla lezione collettiva (C.A.M.)

Spiegazione scientifica del pavimento pelvico e cause che lo fanno deviare dal piano orizzontale, influendo sull’intera postura
Riappropiarsi del proprio bacino è il tema predominante dell’intera giornata, si apprenderanno movimenti utili, d’aiuto nei problemi urogenitali, della vescica, d’incontinenza e per potenziare la soddisfazione della sfera personale, fisica ed emotiva nel rapporto sessuale.

Il benessere dell’uomo è strettamente legato ad una amaca muscolare inserita tra pube e coccige, che sostiene e contiene gli organi pelvici. Una variazione del suo tono muscolare può incidere sull’inclinazione del bacino, sulla sua struttura ossea, conseguentemente sulla colonna e sugli interi fasci muscolari sovrastanti al pavimento pelvico.

Si imparerà a rilassare ed egualizzare le fasce muscolari rendendo mobile il bacino, sostegno inestimabile del nostro corpo.
Diventare consapevoli della posizione ottimale del bacino rendendolo libero, aiuterà a percepire un pavimento pelvico libero nei movimenti, aiutandoti a ritrovare la tua primavera e a farla ritrovare ai tuoi clienti.

Queste sono valide motivazioni per aspettarti.

Affettuosamente
Tina Broccoli

Se vuoi puoi scoprire la simmetria e la mobilità del tuo bacino
sottoponendoti al seguente test:

Quando sei seduto con le gambe separate e le ginocchia situate sopra i talloni, hai la sensazione che il peso sia distribuito uniformemente sugli ischi, oppure ti senti più appoggiato su un lato?

In posizione seduta se le ginocchia sono separate lasciano il ventre libero di respirare, l’appoggio è sugli ischi e la regione lombare è lievemente inarcata ; se sono tenute vicine a volte compresse l’una all’altra favorendo l’appoggio sul sacro, l’addome è contratto, la regione lombare è lievemente arrotondata e la respirazione diventa più superficiale.

Come stai seduto e come tieni abitualmente le tue ginocchia?

Disteso sulla schiena, poni i palmi delle due mani sopra le spine iliache che sono sporgenze ossee più elevate delle creste iliache, puoi sentire se sono disposte allo stesso livello, oppure se una è più alta dell’altra? Hai la sensazione che un fianco sia più largo, più alto, più grande, più lontano dalla linea mediana del corpo?

Hai la capacità di ruotare la gamba nella cavità dell’anca, sia lateralmente che medialmente senza permettere al bacino di girarsi, quando sei disteso sulla schiena, oppure seduto o in piedi?

Se le risposte sono affermative il 12 maggio puoi andare al mare, ma se le risposte non sono affermative è probabile che il tuo bacino si sia inclinato o abbia ruotato, influendo su articolazioni, ossa e muscoli che non hanno più una distribuzione simmetrica, per cui il bacino non è più bilanciato e tu dovresti correre senza esitazione nel Centro Feldenkrais di Strigara per riappropriarti del tuo bacino organizzandolo con consapevolezza.

P.S.
È gradita la conferma per partecipare all’incontro.

Read Full Post »

Alla scoperta dell’occhio dominante

Quante volte batti le palpebre in un minuto?

– Controlla la frequenza e registra sulla tabella.

– Generalmente si considera normale battere le palpebre circa 20 volte al minuto.

– Se si battono frequentemente le palpebre si ottiene un effetto rilassante e si aiuta la funzione di: lubrificare gli occhi, fare riposare gli occhi con le palpebre abbassate.

Con il pollice e l’indice forma un cerchio e guarda un oggetto davanti a te contenuto nel cerchio.

Poi chiudi prima l’occhio destro poi il sinistro, l’occhio che ti permette di vedere l’oggetto attraverso il cerchio è dominante

Se vuoi scoprire qual è il tuo occhio dominante, allunga il braccio destro davanti a te,

osserva un oggetto attraverso il cerchio formato dall’indice e dal pollice.

 Movimenti di convergenza

Il fenomeno di convergenza avviene quando si osservano gli oggetti da vicino. Gli occhi si orientano verso l’oggetto osservato, le due immagini vanno a cadere automaticamente in punti equivalenti di ambedue le retine. Gli assi visivi convergono con restrizione delle pupille.

fdgdfgd

Un bellissimo esempio di convergenza è riportato nel libro di Moshe Feldenkrais “Il caso di Nora”. Nora, manager svizzera colpita da ictus, ha imparato a leggere e scrivere attraverso gli insegnamenti che Feldenkrais le ha dato. Durante le fasi di apprendimento in cui trattava la rieducazione degli occhi suggerisce un singolare movimento.

Prendete una cannuccia, portatela alla bocca, sostenetela nel mezzo, mantenendola diritta e immobile: con le dita scorrete lentamente lungo la cannuccia avvicinandola alle labbra e riallontanandola per ritornare nella parte centrale.

Scorrere con le dita lungo la cannuccia equivale alla messa a fuoco degli oggetti da vicino e da lontano: gli occhi guardano in dentro e convergono per la visione ravvicinata, mentre divergono separandosi per la visione da lontano.

Ripetere per diverse volte finché vedrete la cannuccia biforcarsi in due oltre le dita fino a diventare due immagini ben distinte che deviano una a destra e l’altra a sinistra della cannuccia reale.

Se chiudete l’occhio destro vedrete solo l’immagine della cannuccia sinistra.

Chiudendo l’occhio sinistro vedrete solo l’immagine della cannuccia destra.

sgsgs

Read Full Post »

Domenica 10 marzo 2013

Centro Scientifico del Movimento di Strigara

ore 10-16.30

Le parole diventano movimento:

Viso, esplorare la bocca e la mandibola.

con uno sfizioso pranzo casereccio nell’accogliente cucina di Tina Broccoli.

Vi aspettiamo!

Centro Scientifico del Movimento - Strigara - incontri-2012-13

Read Full Post »

%d bloggers like this: