Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘emilia romagna’

Alla scoperta dell’occhio dominante

Quante volte batti le palpebre in un minuto?

– Controlla la frequenza e registra sulla tabella.

– Generalmente si considera normale battere le palpebre circa 20 volte al minuto.

– Se si battono frequentemente le palpebre si ottiene un effetto rilassante e si aiuta la funzione di: lubrificare gli occhi, fare riposare gli occhi con le palpebre abbassate.

Con il pollice e l’indice forma un cerchio e guarda un oggetto davanti a te contenuto nel cerchio.

Poi chiudi prima l’occhio destro poi il sinistro, l’occhio che ti permette di vedere l’oggetto attraverso il cerchio è dominante

Se vuoi scoprire qual è il tuo occhio dominante, allunga il braccio destro davanti a te,

osserva un oggetto attraverso il cerchio formato dall’indice e dal pollice.

 Movimenti di convergenza

Il fenomeno di convergenza avviene quando si osservano gli oggetti da vicino. Gli occhi si orientano verso l’oggetto osservato, le due immagini vanno a cadere automaticamente in punti equivalenti di ambedue le retine. Gli assi visivi convergono con restrizione delle pupille.

fdgdfgd

Un bellissimo esempio di convergenza è riportato nel libro di Moshe Feldenkrais “Il caso di Nora”. Nora, manager svizzera colpita da ictus, ha imparato a leggere e scrivere attraverso gli insegnamenti che Feldenkrais le ha dato. Durante le fasi di apprendimento in cui trattava la rieducazione degli occhi suggerisce un singolare movimento.

Prendete una cannuccia, portatela alla bocca, sostenetela nel mezzo, mantenendola diritta e immobile: con le dita scorrete lentamente lungo la cannuccia avvicinandola alle labbra e riallontanandola per ritornare nella parte centrale.

Scorrere con le dita lungo la cannuccia equivale alla messa a fuoco degli oggetti da vicino e da lontano: gli occhi guardano in dentro e convergono per la visione ravvicinata, mentre divergono separandosi per la visione da lontano.

Ripetere per diverse volte finché vedrete la cannuccia biforcarsi in due oltre le dita fino a diventare due immagini ben distinte che deviano una a destra e l’altra a sinistra della cannuccia reale.

Se chiudete l’occhio destro vedrete solo l’immagine della cannuccia sinistra.

Chiudendo l’occhio sinistro vedrete solo l’immagine della cannuccia destra.

sgsgs

Advertisements

Read Full Post »

dgojaoèjRoberta – Eilat – Luisa – Simonetta – Adriana

Adriana Frabboni – via Farini 24,  40124 Bologna

tel. 3393467521         e-mail: ad.frabboni@gmail.com

Luisa Frego – Via Pasubio 51, 40133 Bologna

tel. 3406108730        e-mail: luisa.frego@alice.it

Maria Simonetta Pinna – via Tosi Bellucci 4, 40133 Bologna

tel 3403386925          e-mail: simonetta.pinna@feldenkrais.it

Roberta Bernobi

Read Full Post »

Immaginejhgfghjklliuygfdsdfghj

“Quando scopri qualcosa di nuovo nel tuo modo di muoverti, di sentire il tuo corpo, il suo sorriso amorevole ti dice che lei è lì, complice e partecipe del tuo cambiamento, ed è felice con te … Grazie Eilat per tutto quello che mi hai insegnato e mi hai aiutato a scoprire.”

Marino Meri

presidente dell’Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais (AIIMF)

GetAttachment.aspx

I SUOI STUDENTI:

“Dopo tanti anni di lavoro assiduo sul mio corpo, dopo aver esplorato vie diverse e scoperto strade incredibili, l’incontro con Eilat è stato per me fondamentale per capire che la mia ricerca era giunta ad una nuova svolta: c’è ancora moltissimo che posso trovare e scoprire in me, ascoltandomi in un modo nuovo.”

Monica

“Sono rimasto sorpreso dal modo di comunicare di Eilat. Quell’apparente semplicità nell’esprimersi, nel trovare esempi e digressioni, nel condurci nell’esplorazione del nostro corpo e del movimento con quella emozione che immagino tipica nei bambini che fanno le loro prime scoperte, sono tutti elementi che mi hanno immerso nell’esplorazione del mio movimento attraverso il divertimento e la profonda saggezza di un bambino curioso.”

Michele

foto monica e michele (2)

“Quando vieni sopraffatta dal giudizio della gente, li puoi incominciare a credere di essere un vincente o un perdente. Ho vissuto una  parte della mia vita con questa credenza. Ho incontrato Eilat una maestra che parla un linguaggio a me tutto nuovo. Un linguaggio fatto di tante porte aperte lasciando la libertà di darmi tante risposte , un linguaggio che non giudica ma allena la mente nel trovare possibili risposte su cui poter scegliere, che mi fa sentire intelligente e sicura di me. Grazie Eilat.”

Gabriella

256 (2)

(more…)

Read Full Post »

%d bloggers like this: