Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘consapevolezza attraverso il movimento’

Nonostante il grande caldo dei primi giorni, siamo riusciti a portare a termine la sessione estiva del secondo anno del corso di Formazione Feldenkrais “Strigara 4”. Anche se il segmento è stato lungo ed impegnativo, gli studenti,  hanno avuto modo di potare avanti e sviluppare un lavoro di apprendimento intenso e ben strutturato, dinamico ma profondo. Per questo motivo ringrazio i Trainer, assistenti  e collaboratori che hanno contribuito a rendere tutto ciò possibile ma, soprattutto ringrazio gli studenti, che con la loro presenza e la loro voglia di imparare, tengono viva la Formazione Feldenkrais .

Simone

Advertisements

Read Full Post »

Simone Broccoli Metodo Feldenkrais

Simone Broccoli Metodo Feldenkrais

Non è mai semplice spiegare cos’è il Metodo Feldenkrais a parole, o forse è meglio dire che non è semplice farlo capire. Io invito chi vuole conoscere il metodo a fare una lezione individuale e poi propongo anche la lezione di gruppo. Questo secondo il mio parere è la strada migliore per introdurre un a persona alla conoscenza del Metodo.

Quello che posso dire sul Metodo Feldenkras, in base alla mia esperienza maturata in questi anni e che è un Metodo basato sul movimento, più precisamente al movimento nella sua espressione naturale. L’insegnante Feldenkrais s’ interessa e propone un tipo di movimento che faccia sentire bene e a loro agio le persone, non insegna un movimento come disciplina. Il Metodo Feldenkrais cerca di unire le percezioni che abbiamo del nostro corpo, interessandosi del movimento com’è, osservando come avviene nella natura, nello spazio che ci circonda e di come la natura abbia indotto i primi movimenti, come il bambino impari a selezionare il proprio tipo di movimento, il proprio stile.

In questa situazione non c’è competizione e non c’è nessuno che spiega cosa e come apprendere riguardo al movimento, ed è questa possibilità di osservare la maniera in cui il movimento si crea nell’ambiente naturale, che ci permette di sviluppare questo particolare criterio di apprendimento, unico nel suo genere, unico al mondo e fu messo insieme, composto e strutturato da una sola persona Moshe Feldenkrais (…)

http://www.domaniarrivasempre.com/metodo-feldenkrais/

Read Full Post »

Metodo Feldenkrais con Simone Broccoli presso Palacongressi di Rimini: 8.9.10 Maggio 2015

Read Full Post »

attività Centro Feldenkrais CSM

Salve carissimi amici, studenti e affezionati del Centro Scientifico del Movimento – Metodo Feldenkrais.

Volevo ringraziare tutti coloro che si sono dimostrati attenti e vicini a me dopo la morte di mia zia Tina: è stato un duro colpo e una grave perdita.

Volevo altrettanto comunicarvi che il centro continua le sue attività: lezioni individuali, lezioni collettive e training formativo per la qualifica di Insegnante del Metodo Feldenkrais.

Vi chiedo solo di avere pazienza se non rispondo immediatamente alle vostre telefonate e richieste: sono molto impegnato durante la giornata, ma appena trovo un minuto vi rispondo con piacere.

Colgo l’occasione, con questa bella foto dei bucaneve, simbolo della rinascita dopo il freddo inverno, per augurarvi un meraviglioso anno nuovo all’insegna dell’ottimismo e del benessere fisico e mentale!

Simone Broccoli

Per sedute individuali (I.F. – Integrazione Funzionale) e lezioni collettive (C.A.M. conoscersi Attraverso il Movimento) o altre informazioni, chiamare al cellulare 333 4421233 oppure al fisso 0541 948035 oppure scrivere all’indirizzo e-mail info@centrofeldenkraiscsm.it

Read Full Post »

MOVIMENTI PER LIBERARE LE SPALLE DALLE TENSIONI

L’affaticamento eccessivo, dalla postura scorretta, l’infiammazione dei tessuti, muscoli, tendini, legamenti, accumulo di calcio e uso improprio del corpo, sono le cause dei problemi e dei dolori alle spalle.

Molti problemi nascono nei tendini e nei muscoli che costituisce la fascia dei rotatori, causando dolore sordo o acuto che limita il movimento. Talvolta il dolore può estendersi sino al braccio da impedire l’allungamento sopra la testa.

Fare movimenti è essenziale per chiunque voglia prevenire i problemi alle spalle. Muovendo le spalle si spezzano i tessuti cicatriziali che potrebbero formarsi nell’articolazione, si possono recuperare movimenti che si erano perduti migliorando la postura.

Piccola perla di consapevolezza

Se siete in ufficio, in treno o a casa, incominciate a dedicarvi 10 minuti di tempo, che vi renderanno più tranquilli.
· Seduti come nella posizione A della figura, portate il braccio destro per mettere la mano sulla testa, notate se è facile, oppure se sentite dolore o tensione.
· Mettete le mani sulle cosce, sollevate la spalla verso l’alto in direzione dell’orecchio destro e tornate al centro. Sentite cosa accade alle coste del lato destro, come si sposta il peso sul bacino, se inspirate o espirate. Riposate per un minuto.
· Ora portate la spalla destra verso il basso, poi ritornate al centro. Ripete alcune volte il movimento facendo le stesse osservazioni di prima. Riposate
· Lentamente portate la spalla avanti e riportatela indietro per alcune volte, poi indietro e al centro, poi avanti e indietro, notate se il movimento è piacevole e facile. Se trovate delle resistenze fatelo più piccolo. Riposatevi
· Ora portate la spalla verso l’orecchio, avanti, in basso, indietro in modo che descriva dei cerchi in una direzione e poi nell’altra.
· Infine andate verso sinistra con la spalla, occhi e testa, ritornate al centro e fatelo lentamente alcune volte, rendendolo sempre più facile. Poi dissociate il movimento mentre la spalla destra va a sinistra, la testa e gli occhi guardano a destra.
· Verificate se la mano destar si appoggia sulla testa più facilmente di prima.
· Alzatevi in piedi e camminate, sentite delle differenze nel passo?

09-02-2014

A                                          B

Domenica 9 Febbraio sarete guidati ad esplorare il vostro corpo con movimenti che vi aiuteranno a recuperare la funzionalità delle spalle, facendovi ritrovare una postura migliore.

Tina e Simone Broccoli

Read Full Post »

Carissimo Praticante di Strigara 1 e 2,  studente di Strigara 3, cliente del Centro Feldenkrais di Strigara,

Come stai?!

Hai iniziato a vivere bene la tua primavera?

Io così così, dopo il gelido inverno il sole per me ha iniziato a risplendere, aiutata da una affascinante ricerca sul pavimento pelvico, che mi ha ridato entusiasmo e allegria.

Sarà presentata il 12 maggio nel Centro Feldenkrais di Strigara, ho pensato di avvisarti perché potresti essere interessato.

Il lavoro è stato così suddiviso:

Tre lezioni collettive che riflettono tre contesti diversi: distesi, seduti e in piedi

Lezione di Integrazioni Funzionale (I.F.) correlata alla lezione collettiva (C.A.M.)

Spiegazione scientifica del pavimento pelvico e cause che lo fanno deviare dal piano orizzontale, influendo sull’intera postura
Riappropiarsi del proprio bacino è il tema predominante dell’intera giornata, si apprenderanno movimenti utili, d’aiuto nei problemi urogenitali, della vescica, d’incontinenza e per potenziare la soddisfazione della sfera personale, fisica ed emotiva nel rapporto sessuale.

Il benessere dell’uomo è strettamente legato ad una amaca muscolare inserita tra pube e coccige, che sostiene e contiene gli organi pelvici. Una variazione del suo tono muscolare può incidere sull’inclinazione del bacino, sulla sua struttura ossea, conseguentemente sulla colonna e sugli interi fasci muscolari sovrastanti al pavimento pelvico.

Si imparerà a rilassare ed egualizzare le fasce muscolari rendendo mobile il bacino, sostegno inestimabile del nostro corpo.
Diventare consapevoli della posizione ottimale del bacino rendendolo libero, aiuterà a percepire un pavimento pelvico libero nei movimenti, aiutandoti a ritrovare la tua primavera e a farla ritrovare ai tuoi clienti.

Queste sono valide motivazioni per aspettarti.

Affettuosamente
Tina Broccoli

Se vuoi puoi scoprire la simmetria e la mobilità del tuo bacino
sottoponendoti al seguente test:

Quando sei seduto con le gambe separate e le ginocchia situate sopra i talloni, hai la sensazione che il peso sia distribuito uniformemente sugli ischi, oppure ti senti più appoggiato su un lato?

In posizione seduta se le ginocchia sono separate lasciano il ventre libero di respirare, l’appoggio è sugli ischi e la regione lombare è lievemente inarcata ; se sono tenute vicine a volte compresse l’una all’altra favorendo l’appoggio sul sacro, l’addome è contratto, la regione lombare è lievemente arrotondata e la respirazione diventa più superficiale.

Come stai seduto e come tieni abitualmente le tue ginocchia?

Disteso sulla schiena, poni i palmi delle due mani sopra le spine iliache che sono sporgenze ossee più elevate delle creste iliache, puoi sentire se sono disposte allo stesso livello, oppure se una è più alta dell’altra? Hai la sensazione che un fianco sia più largo, più alto, più grande, più lontano dalla linea mediana del corpo?

Hai la capacità di ruotare la gamba nella cavità dell’anca, sia lateralmente che medialmente senza permettere al bacino di girarsi, quando sei disteso sulla schiena, oppure seduto o in piedi?

Se le risposte sono affermative il 12 maggio puoi andare al mare, ma se le risposte non sono affermative è probabile che il tuo bacino si sia inclinato o abbia ruotato, influendo su articolazioni, ossa e muscoli che non hanno più una distribuzione simmetrica, per cui il bacino non è più bilanciato e tu dovresti correre senza esitazione nel Centro Feldenkrais di Strigara per riappropriarti del tuo bacino organizzandolo con consapevolezza.

P.S.
È gradita la conferma per partecipare all’incontro.

Read Full Post »

EILAT ALMAGOR

Trainer del Metodo Feldenkrais®

SGF_4101

Vive a Gerusalemme, è diplomata in Matematica e Fisica e laureata in Neurofisiologia.

Ha terminato la scuola AMHERST FELDENKRAIS nel 1983.

Nel 1988 ha fondato un centro basato sul Metodo Feldenkrais a Gerusalemme.

Attualmente è la direttrice educativa dei corsi professionali Feldenkrais a Gerusalemme, Tokio e Strigara.

Per quattro anni lavorerà presso il Centro Scientifico del Movimento animando le attività professionali.

.

Ha condotto il primo Workshop a Rimini nel 2001 “Come stiamo in piedi sulla terra” e condurrà a Bologna il Workshop “L’utilizzo del movimento nell’apprendimento” (2- 3 Marzo 2013).

Eilat Almagor, durante il seminario, introdurrà il Metodo Feldenkrais come una professione.

Le lezioni di gruppo o di Consapevolezza Attraverso il Movimento (CAM), saranno adatte per tutte le persone che non conoscono il Metodo, ma saranno anche interessanti per gli insegnati diplomati, perché possono fare esperienza su come introdurre il Metodo nella loro attività quotidiana.

.

Dott.ssa Eilat Almagor conduce un nuovo programma per l’integrazione di lezioni Feldenkrais nelle scuole primarie. I bambini cominciano la giornata di studio con 10 minuti di consapevolezza attraverso il movimento.

.

bologna-2013 (4)

Read Full Post »

%d bloggers like this: