Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘bambini’

Post Training 2014 - Eilat Almagor: "Lavorare con bambini con bisogni speciali"

Advertisements

Read Full Post »

SGF_4101

efwewef.jpghjk

INTERVISTA CON EILAT ALMAGOR
L’intervista che segue è stata tratta dalla Conferenza sulla Riabilitazione Internazionale tenutasi a Valencia nel 2012

http://neurorehabilitationvalencia.es/

.

FIVAN: Come descriverebbe il Metodo Feldenkrais?
EILAT ALMAGOR: Imparare come apprendere sarebbe il modo migliore per descrivere ciò che facciamo nel Metodo Feldenkrais. Usiamo il movimento come strumento principale. Moshe Feldenkrais creò 600 differenti lezioni di movimento, e lasciò le registrazioni di tali lezioni per il nostro uso. È una collezione unica dei processi di apprendimento.
Ci sono due modi per insegnare il Metodo Feldenkrais. Lo si insegna in gruppo, il che implica l’utilizzo di istruzioni verbali e le lezioni vengono chiamate – CAM (Consapevolezza Attraverso il Movimento) e ci sono le lezioni individuali, chiamate IF (Integrazioni Funzionali) che coinvolgono il tocco e la manipolazione. In entrambi i tipi di lezione gli studenti vengono guidati ad esplorare modi diversi per compiere ogni singolo  movimento. L’esplorazione viene fatta lentamente e gentilmente, con attenzione e consapevolezza. Lo studente diventa consapevole della relazione tra se stesso, ciò che lo circonda e le diverse parti del proprio corpo. Lo studente diventa consapevole delle differenze nella qualità, nella facilità, e nell’efficienza del movimento, mentre compie le azioni in modi diversi. Lo studente impara anche a come dirigere la sua Attenzione verso i diversi elementi del movimenti: le parti del corpo, la distanza tra le parti, la relazione con l’ambiente, la direzione dello sguardo, e gli altri.
Gli esiti prevalenti sono:
• Un compimento dell’azione migliore, più facile e più armonico.
• L’abilità di fare cose che non si sarebbe stati in grado di fare prima.
• La flessibilità nei confronti di un ambiente che cambia grazie al fatto di aver più opzioni di azione.
• Una scoperta del processo di apprendimento attraverso la propria esperienza individuale.
• Aumento dei gradi di libertà, funzionalità, e tecnica.

Per me la serie di movimenti contenuti in una lezione Feldenkrais sono come le note in una frase musicale. C’è un filo funzionale che connette i passaggi attraverso tutta la lezione, che la rende significativa e accessibile al sistema nervoso. Spesso il filo conduttore non è lineare. È più come un intreccio di funzioni collegati in un modo interessante, associati tra azioni diverse. Stranamente, questa complessità rende la lezione più semplice ed anche più naturale per il cervello, ed addirittura più accessibile dal sistema nervoso. Si pensi solo al fatto che mentre siamo impegnati a fare qualcosa nella nostra quotidianità, simultaneamente dobbiamo tenere l’equilibrio ed esser pronti per rispondere alle condizioni di cambiamento. Questa semplice complessità può esser vista in modo meraviglioso nei bambini, quando giocano ed apprendono. Loro non solo si spostano velocemente da una funzione all’altra, ma combinano anche vari elementi insieme e li compongono in un’unica azione. Ad esempio, guardate giocando con una collanina. Feldenkrais considerava il processo di esplorazione che avviene nella primissima infanzia, con la sua ricchezza nel tentare e sbagliare, come il processo di apprendimento più importante della vita. Il Metodo incorpora i principi di quell’apprendimento naturale.
I temi delle lezioni CAM sono stati presi dai vari settori della vita. Spesso vengono estratti dai primi processi di sviluppo dei neonati e bambini, come il rotolarsi, il gattonare, il sollevare la testa, e il direzionare gli occhi.
Esplorare le componenti di queste funzioni da adulto può permetterci di sbrogliare vecchi schemi, può permettere di sbrogliare vecchi schemi, aprendo le opzioni verso nuove scelte. Altre funzioni che appaiono in una lezione sono collegate alla prestazione degli atleti, dei musicisti, o altri professionisti, e altre funzioni vengono estratte dalla vita quotidiana. Proprio come il processo per diventare un violinista o un altro artista, per diventare un insegnante Feldenkrais,
si deve passare attraverso un lungo processo di apprendimento attraverso il movimento. Una pratica che non termina mai. Solo attraverso quella esperienza individuale e all’osservazione di molti altri individui, si può acquisire il movimento come uno strumento di apprendimento, localizzando le differenze nella prestazione, e notare tuttavia il seme ed il potenziale di un apprendimento effettivo in una minuscola prestazione inefficace e molto strana.

(more…)

Read Full Post »

EILAT ALMAGOR

Trainer del Metodo Feldenkrais®

SGF_4101

Vive a Gerusalemme, è diplomata in Matematica e Fisica e laureata in Neurofisiologia.

Ha terminato la scuola AMHERST FELDENKRAIS nel 1983.

Nel 1988 ha fondato un centro basato sul Metodo Feldenkrais a Gerusalemme.

Attualmente è la direttrice educativa dei corsi professionali Feldenkrais a Gerusalemme, Tokio e Strigara.

Per quattro anni lavorerà presso il Centro Scientifico del Movimento animando le attività professionali.

.

Ha condotto il primo Workshop a Rimini nel 2001 “Come stiamo in piedi sulla terra” e condurrà a Bologna il Workshop “L’utilizzo del movimento nell’apprendimento” (2- 3 Marzo 2013).

Eilat Almagor, durante il seminario, introdurrà il Metodo Feldenkrais come una professione.

Le lezioni di gruppo o di Consapevolezza Attraverso il Movimento (CAM), saranno adatte per tutte le persone che non conoscono il Metodo, ma saranno anche interessanti per gli insegnati diplomati, perché possono fare esperienza su come introdurre il Metodo nella loro attività quotidiana.

.

Dott.ssa Eilat Almagor conduce un nuovo programma per l’integrazione di lezioni Feldenkrais nelle scuole primarie. I bambini cominciano la giornata di studio con 10 minuti di consapevolezza attraverso il movimento.

.

bologna-2013 (4)

Read Full Post »

%d bloggers like this: